Ventotene
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
Utenti online
Nessuno
Home

 

Nuova sezione Autorizzazioni on-line

E' attiva la nuova sezione dedicata alle autorizzazioni on-line dell’ Area Marina Protetta Isole di Ventotene e Santo Stefano.

Si accede attraverso il sito dell’AMP cliccando nell'apposita sezione autorizzazioni on line, ed è sufficiente inserire i dati necessari in funzione dell’attività scelta, effettuare il pagamento dei corrispettivi per i diritti di segreteria per il rilascio dell’autorizzazione che si richiede, e verrà generato un modulo virtuale da esibire in caso di verifiche e controlli. Tale opportunità è pensata per rendere più semplici, anche da remoto, le procedure autorizzative. E’ possibile, con questo sistema, richiedere le autorizzazioni alla pesca ricreativa, alla navigazione, all’ancoraggio, e alle immersioni, in modo da raggiungere le isole di Ventotene e S.Stefano già in possesso dei permessi necessari per effettuare le attività ricreative in osservanza delle regole e normative vigenti all’interno dell’Area Marina Protetta.

 

Per qualsiasi ulteriori informazioni non esitate a contattare il Centro Visite AMP-RNS tel 077185239 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 Informazioni e normative sono disponibili all’indirizzo : www.riservaventotene.it 

A presto !

The new section dedicated to the on-line authorizations of AMP is active.

Access through the AMP site  (www.riservaventotene.it) by clicking on the appropriate online authorizations section.
the necessary data are entered, payment is made for the required authorization to be issued, and a form will be sent to be shown in the event of checks and controls. It is possible, with this system, to request authorizations for:
recreational fishing, navigation, anchoring and diving, so as to reach the islands of Ventotene and S. Stefano already in possession of the necessary permits to carry out recreational activities in compliance with the rules and regulations in force within the Marine Protected Area.


For any further information do not hesitate to contact the AMP-RNS Visitor Center tel 077185239 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Information and regulations are available at: www.riservaventotene.it
See you soon !

Ultimo aggiornamento (Giovedì 01 Agosto 2019 07:43)

 
 

 

 

L’Area Marina Protetta "Isole di Ventotene e S. Stefano"

istituita con Decreto del Ministero dell’Ambiente del 12 Dicembre 1997

(GU n° 45 del 24.2.1998)

loghi2.jpg         

FINALITA’

L’Area Marina Protetta"Isole di Ventotene e S. Stefano"in particolare, persegue:

la protezione ambientale dell’area marina interessata;

la tutela e la valorizzazione delle risorse biologiche e geomorfologiche della zona;

la diffusione e la divulgazione della conoscenza dell’ecologia e della biologia degli

ambienti marini e costieri dell’area naturale marina protetta e delle peculiari

caratteristiche ambientali e geomorfologiche della zona;

l’effettuazione di programmi di carattere educativo per il miglioramento della cultura

generale nel campo dell’ecologia e della biologia marina;

la realizzazione di programmi di studio e di ricerca scientifica nei settori dell’ecologia,

della biologia marina e della tutela ambientale, al fine di assicurare la conoscenza

sistematica dell’area e degli impatti derivanti dalle attività umane;

la promozione di uno sviluppo socio-economico compatibile con la rilevanza

naturalistica dell’area, anche privilegiando attività tradizionali già presenti;

nell’ambito dell’azione di promozione di uno sviluppo compatibile con le predette finalità,

per le attività relative alla canalizzazione dei flussi turistici e di visite guidate,

la determinazione della disciplina relativa dovrà prevedere specifiche facilitazioni

per i mezzi di trasporto collettivi gestiti preferibilmente da cittadini residenti

nel Comune di Ventotene.

Piazza Castello n. 1 - c.a.p. 04031 Ventotene(LT) Tel. 0771 854226
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


 

Ultimo aggiornamento (Venerdì 26 Aprile 2019 09:35)

 

Life PonDerat Un progetto sul recupero degli ecosistemi delle isole Pontine

museo vista

 Approvato dall’Unione Europea un progetto Life dell’Agenzia Regionale per i Parchi sul recupero degli ecosistemi delle isole Pontine.

E’ stato approvato un progetto Life Natura & Biodiversità, il cui acronimo è “Life PonDerat ”, presentato dalla Regione Lazio – Agenzia Regionale per i Parchi e cofinanziato dall’Unione Europea, che ha come obiettivo il recupero degli ecosistemi delle isole pontine e la conservazione delle specie minacciate. A questo lungo progetto, che è partito il 1 ottobre scorso, e che si concluderà solo nel marzo del 2020, partecipano come beneficiari associati l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), il Dipartimento di Biologia Ambientale dell’Università  La Sapienza di Roma, la Riserva Naturale Statale Isole di Ventotene e S. Stefano, e la società Nemo srl di Firenze. E’ prevista l’eradicazione dei ratti sulle isole di Palmarola, S. Stefano e Ventotene. L’azione si rende necessaria innanzitutto per garantire la sopravvivenza delle popolazioni di uccelli marini nidificanti su tali isole, quali le berte, minacciate dalla predazione spietata dei ratti sui pulcini (la predazione su un pulcino di berta maggiore  sull’isola di Pianosa è documentata in un agghiacciante video visibile sul sito del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano). Un altro intervento riguarderà la rimozione delle capre presenti sull’isola di Palmarola, che minacciano con il pascolo eccessivo la presenza di habitat di interesse comunitario, le quali verranno portate sulla terraferma e collocate presso aziende agricole.  Una parte importante del progetto riguarderà poi l’eradicazione di piante aliene invasive su S. Stefano, Palmarola e Ventotene. Sarà inoltre realizzata la recinzione di una piccola porzione della lecceta di Zannone, allo scopo di escludere i mufloni, mitigando così l’azione di pascolo su questo habitat naturale. Il progetto prevede infine l’adozione di un ampio programma di misure biosicurezza, messe in atto allo scopo di prevenire la reinvasione delle isole da parte delle specie eradicate. In particolare, sarà mantenuto libero dai ratti tutto l’abitato dell’isola di Ponza e la zona dell’imbarco delle Forna, punti di partenza delle imbarcazioni, onde evitare che i ratti possano essere trasportati sulle isole vicine. Saranno inoltre oggetto di interventi di biosicurezza tutti i punti di imbarco delle altre isole del progetto. Il progetto porterà notevoli benefici agli ecosistemi naturali e alle specie minacciate dalle specie invasive. Tuttavia, non vanno dimenticati gli importanti vantaggi che si avranno dal punto di vista socio-economico e sanitario: la rimozione dei ratti avrà infatti da una parte ripercussioni positive sul turismo, riducendo inoltre la spesa per le attività di controllo dei privati e dei comuni e quella per i danni arrecati alle coltivazioni e alle attività umane in generale, dall’altra comporterà una significativa riduzione del rischio di malattie da essi trasmesse alla popolazione. Ventotene sarà quindi la prima del Mediterraneo con un centro abitato liberata dai ratti. L’esito positivo del progetto aprirà la strada ad analoghe esperienze in altre isole del Mediterraneo, italiane e non solo.

Ultimo aggiornamento (Martedì 09 Aprile 2019 08:55)

 

L'Area Marina Protetta

Isole di Ventotene e S.Stefano

sostiene il progetto Aliens in the sea

 

Il Progetto “Aliens in the sea” nasce nell’autunno del 2017 

nasce sulla scia del ProgettoCaulerpa cylindracea Isole Egadi,

finalizzato a segnalare la presenza nei fondali egadini di quest’alga

verde aliena, proveniente da Australia e Nuova Caledonia.

“Aliens in the sea”, invece, riguarda 19 specie aliene, animali e vegetali.

7dcc7816a968d6d4c189118f653c75b9.jpg

Link pagina FB:  Aliens-in-the-sea-

Il lavoro nasce insieme all’Università degli Studi di Palermo,

grazie alla Prof.ssa Anna Maria Mannino che ormai da anni si

occupa di specie alloctone. Aliens in the sea è un  “Citizen Science Project”

ovvero un Progetto di sensibilizzazione, divulgazione e raccolta dati

con il coinvolgimento attivo dei cittadini. I cittadini, attraverso incontri,

social media ed altri canali di informazione vengono informati sui vari

Progetti ed invitati a partecipare attivamente alla  raccolta dati. Tutti

possono richiedere il pdf illustrativo dove sono illustrate tutte le

informazioni sul progetto attraverso la pagina facebook di Aliens in the sea,

sito web dell’Università degli Studi di Palermo o la mail di Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Relativamente ai vegetali di interesse si chiede di descriverne,

grazie all’ausilio di una cornice di 20x20, la copertura,cioè quanto substrato ricoprono.

Nel poster è indicato un range di copertura. Per gli animali si chiede di indicare il numero

di individui. E’ fondamentale che le informazioni sianom corredate da una documentazione

fotografica che serve ai fini della verifica delle informazioni.Le informazioni serviranno

a incrementare le conoscenze su queste “nuove”specie presenti nel Mediterraneo

e creare un database condivisibile con altri colleghi che si occupano di specie aliene

anche al fine di inviduare possibili strategie per mitigare gli eventuali impatti.

Ultimo aggiornamento (Martedì 09 Aprile 2019 08:55)

 
Sondaggi
La visita guidata che ti è piaciuta di più